Michele Mozzati

Nato a Milano il 15 maggio 1950.

Dopo una laurea in lettere e dopo aver ottenuto l’abilitazione all’insegnamento, sceglie di lavorare come caporedattore in una casa editrice di psicopedagogia.

Cofondatore di Smemoranda e di Zelig.

A metà degli anni settanta con Luigi Vignali costituisce la coppia Gino & Michele che debutta a Radio Popolare di Milano nel 1976.

Agli inizi degli anni ottanta a firma congiunta inizia la pubblicazione di libri di satira, autore televisivo di trasmissioni di successo tra cui “Drive in”, “Emilio”, la sit-com “I vicini di casa”, “Su la testa”, “Scatafascio”, “Matrioska” e “L’araba fenice”.

Sempre in coppia con Luigi Vignali a metà degli anni Ottanta apre con un gruppo di amici il teatro cabaret Zelig e a metà degli anni novanta inizia per Zelig l’avventura televisiva, che durerà per vent’anni consecutivi.

Nell’attività con Luigi Vignali ha raccolto numerosi riconoscimenti a livello nazionale, tra cui una decina di Telegatti e il Premio della satira di Forte dei Marmi.

Ha inoltre ricevuto l’ambrogino d’oro come ʺcittadino emerito del Comune di Milanoʺ nel 2005 e il biglietto d’oro per il film per “Così è la vita” di Aldo Giovanni e Giacomo nel 1997.

Negli ultimi anni ha pubblicato in firma singola per Skira due opere ispirate al pittore Hopper: “Luce con muri” (2016) e “Silenzi e stanze” (2018).

Attualmente ricopre il ruolo di consigliere di Zelig Media Company S.r.l. e del Gruppo Smemoranda.